Le Lochiazioni e i Lochi

Share

 

Subito dopo il parto l’utero, che in gravidanza si era esteso al massimo per accogliere il feto e gli annessi (placenta e sacco amniotico), si contrae formando il “globo di sicurezza” (meccanismo fisiologico di controllo dell’emostasi uterina) e si rimpicciolisce notevolmente.

L’utero nei giorni successivi subirà ulteriori modifiche che lo riporteranno alla situazione pregravidica.

Oltre alle modifiche esterne l’utero subisce anche modifiche interne.

Infatti subito dopo il parto si instaura il processo fisiologico detto “Lochiazione”: consiste nella rigenerazione della parete interna uterina provocando la fuoriuscita di perdite dalla vagina per le prime settimane dopo il parto.  Queste perdite vengono dette “Lochi”.

Inizialmente (2-3 giorni) i “Lochi” saranno di colore rosso vivo e densi (ematiche – simil mestruazione); successivamente saranno:
– dal 3° all’ 8° giorno perdite siero-ematiche;
– dall’8° al 15° giorno perdite sierose;
– dal 15° giorno fino alla scomparsa perdite cremose.

I “Lochi” non devono mai avere odore sgradevole.

Se dovessero essere molto abbondanti ed ematiche allungo e dovessero essere maleodoranti è opportuno farsi visitare.

Terminate le “Lochiazioni” si attenderà il “Capoparto”.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *