Il Piano del Parto

Share

piano-del-parto

Care donne è importante sapere che avete dei diritti ed avete la possibilità di scrivere nero su bianco che tipo di parto intendete avere.

La legge è dalla vostra parte:

  • Organizzazione mondiale della Sanità documento del 1985 sui “diritti della partoriente e del neonato”
  • Italia, legge del 2006 sulla “tutela dei diritti della partoriente, la promozione del parto fisiologico e la salvaguardia della salute del neonato”

Queste leggi tutelano il parto fisiologico e condannano la medicalizzazione dell’evento nascita.

Voi cosa potete fare?

Sto parlando del “Piano del parto”, anche detto “birth plan”.

In cosa consiste esattamente?

E’ un accordo partorire tra la gestante e la struttura scelta per partorire, oppure con l’ostetrica o ginecologo che assisteranno il parto a casa.

Nel”Piano del Parto” vengono riportate, soprattutto, le pratiche che non vogliamo durante il travaglio di parto ed il parto, come ad esempio: l’episiotomia, la manovra di Kristeller, uso di ossitocina, amniorexi, posizione litotomica.
Così facendo descrivete punto per punto quali sono le vostre intenzioni, le aspettative ed i desideri per il vostro travaglio di parto, parto, post-partum, ed anche per il vostro bambino (es. skin to skin, clampaggio ritardato del funicolo, ecc)

Come procedere?

Presentate il vostro “Piano del Parto” alla struttura o specialista privato. Fatevi almeno una copia: una di queste portatela con voi al momento del travaglio. Assicuratevi che il vostro compagno o la persona che vi sarà accanto faccia rispettare il ” piano del Parto” (salvo casi di emergenza).

Esempio di “Piano del Parto”:

Al Responsabile degenza ostetrica e ginecologica dott. XXX
Alle ostetriche del reparto dell’Ospedale XXX di XXX
La mia data presunta di parto è il (data) e abbiamo scelto di partorire presso il vostro ospedale. Sicuramente comprenderete l’importanza che ha per me e la mia famiglia questo evento. Durante il periodo della gravidanza abbiamo maturato alcune richieste. Queste sono per noi molto importanti, per poter vivere serenamente e consapevolmente la nascita del nostro bambino. Siamo consapevoli del fatto che qualora si presentasse una reale necessità di intervenire non esiteremmo a seguire le indicazioni mediche.

-Vorrei una persona a me cara vicina durante il travaglio ed il parto

-Non voglio la rasatura del pube ed il clistere

-Se dovessi aver fame e sete vorrei poter bere e mangiare durante il travaglio 

-Non vorrei l’episiotomia, o in caso sia necessaria vorrei essere avvisata

-Non Vorrei l’amniorexi

-ecc..

 

Fare il “Piano del Parto” è un vostro diritto. Se non ci sono particolari emergenze ogni donna, ogni coppia ha il diritto di prendere decisioni  sul loro parto e sul loro bambino.

NON abbiate paura di esercitare un vostro diritto.

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *